A través de la ruta La Sombra de los Alfares, i visitatori possono godere di una riunione con Storia di Hellin ceramiche XVII secolo, dei XVIII e XIX secoli. Passeggiando per le strade pittoresca come la ceramica, Cuesta di San Rafael oppure Bernales, situato su un piccolo rilievo della popolazione in questo quartiere sta tradizionalmente Potter.

El recorrido comienza en la Plaza de Europa para introducirnos en la Via Cantarerias, nombre que se debe a la existencia de algún taller dedicado a la venta y fabricación de cántaros. De los hornos de estos alfareros, anche, fuori altri contenitori per cibo e acqua cocci, jarros No Tinajas.

Dopo le Cantarerias di strada, el itinerario nos conduce hacia uno de los puntos más pintorescos, fotografato e disegnato in località. Es la Cuesta de San Rafael, al termine del quale si può vedere il santuario del patrono della città e che prende il nome questa strada.

Si tratta di un tempio costruito in materiali XVII secolo modesti come mattoni, gesso e legno. Esso è presieduto da una scultura degli stessi hellineros secolo identificato come San Rafael, ma ha la peculiarità di essere un incrocio tra San Miguel, persone vestite in operazioni militari e armati di spada e scudo, San Rafael, con la presenza di Tobia con il pesce e Custode.

Il prossimo punto di riferimento, dopo aver attraversato le strade come Virgin, Bernales o Oblivion, es la Via Barranco. Questo è popolarmente conosciuta come la Barranco ebraica, come potrebbe essere stato un luogo scelto per condurre la sepoltura degli ebrei quando hanno rifiutato di essere battezzati.

Más adelante nos encontramos con la Union Street, nombre que parece deberse a que fue un antiguo camino que unió los barrios de la judería y el de los moriscos asentados en la Corn Exchange Street.

Più tardi, el recorrido abandona el barrio de San Rafael para llegar al de San Roque, presieduto dalla Chiesa del XVIII secolo e lo stile popolare. All'interno si trova una delle immagini che risveglia la devozione tra hellineros: Cristo de Medinaceli. Gli ultimi passi ci conducono alla ceramica strada. Si è concentrata quasi tutta l'attività vasellame, essere la città con la più alta produzione di ceramiche dell'antico Regno di Murcia nel corso del XVII, Settecento e il primo terzo del XIX, anche se c'era evidenza di terracotta smaltata Hellinera nel XVI secolo. Evidenziato la ceramica connessi con vasellame: piatti, fonti circolari, barattoli delle Saleros ala, in particolare.

Finalmente la ruta acaba en el Museo Regional, dove l'ombra delle ceramiche ha ormai raggiunto il suo punto di luce, permitiendo al visitante conocer los trabajos derivados de las antiguas costumbres alfareras.

Abbiamo audioguide, per godere di questa e altre vie del centro storico di Hellin

Ascoltateli!